LE VOSTRE DOMANDE

tastiera-con-mani

 

Di seguito potrai trovare alcune delle consulenze via mail da me svolte di utenti che hanno scelto di condividere la loro storia e di mettere a disposizione di tutti i contenuti da me forniti nelle risposte.

Se anche tu vuoi usufruire del Servizio di Consulenza Psicologica via Mail clicca qui (Servizio a pagamento)

Buona lettura!

ALLA RICERCA DELL’AMORE MATURO: LA STORIA DI ELISA

articoli-ilariaSalve dottoressa, sono una ragazza di 34 anni e le scrivo per raccontarle la mia storia d’amore ed avere qualche consiglio da lei su come riuscire a gestire le emozioni che sto provando in questo periodo della mia vita. Sono fidanzata da circa un anno con Luca un ragazzo del mio paese d’origine. Ci siamo conosciuti in un locale e ci siamo piaciuti da subito. Abbiamo iniziato ad uscire insieme e dopo poco tempo siamo diventati inseparabili. Lui porta avanti un’azienda di famiglia, io faccio l’infermiera, tra turni ed impegni ogni momento libero lo passiamo insieme. Ben presto senza parlarne ma in modo molto naturale siamo andati a convivere a casa sua che piano piano stiamo ristrutturando…Continua a leggere

LA RELAZIONE E’ IN TRE

download-1-5“Salve, mi chiamo Alice ed ho 30 anni. Da 8 anni sono sposata con Nicola. Le scrivo perché nell’ultimo periodo sento che non sono felice. La mia giornata ruota intorno al lavoro e a mio marito. Ho poco tempo per me. Ogni attività di svago che faccio è sempre insieme a mio marito. Comincio a sentirmi stretta, ma mi sento in colpa a non coinvolgere mio marito in ogni idea che mi viene in mente. Da quando ci siamo conosciuti abbiamo fatto sempre tutto insieme: hobby, vacanze, uscite. Ora sento quasi di non essere capace di staccarmi da lui ma mi rendo conto che in questo modo mi sto isolando sempre di più“. Continua a leggere

PAURA DI GUIDARE: IL RACCONTO DI ROBERTA

paura-di-guidare“Salve, mi chiamo Roberta ed ho 34 anni, vivo in una città del sud Italia, sono mamma di un bimbo di due anni e vivo con il mio compagno da poco più di due anni. Le scrivo perché vorrei avere un consiglio su come risolvere un problema che mi affligge da circa 10 anni. Mi rivolgo a lei solo ora perché dopo la nascita di mio figlio il problema è diventato insostenibile, ha investito molte sfere della mia vita e mi limita nello svolgimento delle mie attività quotidiane. Il problema è che non riesco a guidare stando sola in macchina su lunghi percorsi al di fuori del centro cittadino come autostrade, tangenziali ecc. In particolare ciò che mi blocca maggiormente è la paura di sentirmi male e di non ricevere aiuto da nessuno essendo sola.”. Continua a leggere

CONVINCERE UN FAMILIARE A FARSI AIUTARE DA UNO SPECIALISTA

salvagente“Salve dott.ssa, sono la mamma di un ragazzo di 20 anni. Mio figlio da qualche anno soffre di ansia e depressione ma non vuole farsi aiutare da nessuno. Io più volte gli ho chiesto di prenotare un appuntamento da uno psicologo ma lui non ne vuol sapere nulla. La situazione a casa è diventata invivibile. Io ed il mio compagno (sono separata da mio marito da 4 anni) non riusciamo più a vivere tranquillamente in casa. Le faccio un esempio. Mio figlio non ha orari. Spesso dorme di giorno ed è sveglio la notte, passa tante ore chiuso in camera davanti al computer. Per me tutto questo è pesante. Non c’è un giorno in cui riusciamo serenamente a pranzare o cenare insieme così come non riesco più a vivere momenti sereni con mio figlio. Vorrei che lei mi dicesse come fare perchè io non so più come convincerlo a farsi aiutare. Grazie. Buona serata”.Continua a leggere

ECCESSIVA GELOSIA

gelosia 1Gentile dottoressa, sono un ragazzo di 23 anni. La contatto perché ho difficoltà a gestire la mia relazione con una ragazza mia coetanea. Ho costantemente nella testa pensieri legati alle sue passate esperienze con altri ragazzi. Visualizzo nella mia mente delle immagini su ciò che lei ha potuto fare con loro e glielo rinfaccio a tal punto da litigare bruscamente. Sinceramente vorrei vivere una relazione tranquilla con lei ma quando mi sale la rabbia è difficile che io mi possa calmare. Vivo con difficoltà questo rapporto. La cosa che io non riesco per nulla a tollerare è che lei abbia avuto rapporti sessuali con i suoi due precedenti ex. Io, in realtà, sono ancora vergine, e vivo con difficoltà il fatto di avere con lei rapporti sessuali. A volte abbiamo provato ad avere più vicinanza fisica ma mi sono reso conto che la mia scarsa eccitazione non mi permetteva di completare il rapporto. Questo mi fa stare costantemente in ansia e probabilmente mi porta a pensare sempre di più sulle sue esperienze passate. Come posso fare? Ho voglia di superare questa mia difficoltà e anche di tranquillizzarmi. Sono innamorato sul serio di lei. Per favore mi aiuti“. Continua a leggere