La pace interiore del tango

Ilaria e IvoRicordo con affetto le parole di uno dei miei maestri (probabilmente quello da cui ho avuto modo di apprendere di più) che in più occasioni disse a me ed ai miei colleghi di considerare la possibilità di vivere l’esperienza del tango. Ricordo che condivisi piacevolmente le sue parole. Ballo da tanti anni e so perfettamente quanto la danza ed il movimento corporeo rappresentino delle vie d’espressione ai nostri stati interni bloccati e trattenuti dagli schemi che rigidamente accettiamo nella vita di tutti i giorni. Allo stesso tempo però immaginavo che l’effetto del tango fosse simile all’effetto che producono nel corpo e nalla pesona altri balli. Pertanto non avverti il bisogno di avvicinarmi a questo mondo e continuai a ballare altro.

Quest’estate il destino, o più probabilmente la mia voglia di entrare in contatto con nuove persone, mi ha portata ad incontrarmi piacevolmente con il tango. Stavo vivendo una fase dela mia vita piacevole ma dove osservavo continui cambiamenti delle persone intorno a me che inevitabilmente creavano distanza all’interno delle nostre relazioni. Mi sono sentita un pò sola e allora ho pensato che un buon modo per costruire nuove relazioni potesse essere quello di incontrare persone che come me condividono la passione del ballo. Decisi di prendere informazioni su corsi e lezioni di tango nella mia città e nel giro di qualche ora ho avuto la possibilità di ritrovare una cara amica del passato, della mia infanzia, ora diventata un’affermata ballerina di tango nonchè insegnante. Lei con la sua voglia di vivere e con la sua passione mi ha permesso di muovere i primi passi e di sentire sulla mia pelle quello che il mio maestro cercava di trasmettermi qualche anno prima.

Eh già il tango è un mondo meraviglioso ma non solo come forma estetica di movimento ma soprattutto per il potere terapeutico che possiede. Il tango è incontrare l’altro in un abbraccio intimo e rispettoso che porta i partner ad una condivisione profonda delle proprie sensazioni interne, dove fiducia, paura e piacere si incontrano.

Da donna sento il tango come uno spazio dove vivere lo stare a contatto con l’altro come un affidarsi all’altro, dove non importa quanti passi, figure tu conosca o quanta esperienza tu abbia. Ciò che realmente conta è il piacere di stare in connessione con l’altro spogliandosi di schemi e maschere che porrebbero distanza.

Sento che la cosa che più mi crea benessere stia nel lasciarmi andare all’altro, probabilmente cosa che diventa difficile realizzare sempre nella vita di tutti i giorni piena di decisioni da prendere, di compiti da svolgere dove il nostro sguardo è proiettato al futuro, su ciò che dobbiamo fare o ciò che vorremmo essere, piuttosto che sul gustare l’esperienza del momento, l’essenza del qui ed ora.

Mi sono innamorata, innamorata di queste sensazioni meravigliose che ho la possibilità di vivere e condividere con persone che come me stanno scegliendo di permettere alle proprie emozioni di essere espresse con libertà.

Da psicoterapeuta sono consapevole di quanto il lavoro personale produca benefici all’interno della nostra vita e allo stesso tempo, e non solo da professionista, posso affermare che il nostro benessere è determinato dalla liberazione delle nostre emozioni, liberazione che avviene attraverso il corpo e la voce. Siamo noi a prenderci cura di noi stessi, a garantire la nostra serenità ma questo è possibile solo quando ci mettiamo nella condizione di stare a contatto con l’altro per come siamo e non per come vogliamo apparire. Il tango apre una grande possibilità, quella di rompere immediatamente la distanza “difensiva” che noi mettiamo nei confronti dell’altro portandoci direttamente ad un contatto intimo dove le difese naturalmente si abbassanno (o vengono meno) e finalmente possiamo dare libera espressione al nostro vero Sè, così come finalmente possiamo spegnere la testa e trovare la nostra pace interiore.

Con l’augurio che molti voi possano fare nuove piacevoli scoperte immergendosi in questo mondo sorprendente.

Un ringranziamento speciale ad Alex ed Ilaria.

Ilaria Rizzo

 

 

One thought on “La pace interiore del tango

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...