Quando si confonde l’amore con il desiderio

passione-di-teCi son persone, soprattutto coloro che si innamorano con molta facilità, che tendono a confondere l’amore con il desiderio. Il desiderio di stare accanto a qualcuno può essere definibile come un impulso che compare rapidamente nel momento in cui si vede e si conosce una persona. E’ quello che può essere definito nel linguaggio comune “amore a prima vista”. Al contrario, l’amore compare più tardi, quando si conosce più a fondo quella persona, quando si condividono momenti ed esperienze e si trascorre insieme molto tempo. E’ pericoloso, pertanto, confondere il desiderio con l’amore, poiché questo significherebbe innamorarsi di una persona che realmente non si conosce, innamorarsi di una fantasia, di un prototipo di persona che esiste nel proprio immaginario ma non nella realtà. Pertanto diventa importante differenziare desiderio e amore e tener presente che il vero innamoramento ha le sue fondamenta nella conoscenza reale dell’altra persona, processo che richiede tempo.

E’ da osservare, con in molti sanno, che in una relazione di coppia il desiderio o passione dei primi periodi tendono ad attenuarsi con il tempo, ma al contempo il legame con l’altra persona s’intensiva e diviene man mano più profondo. Alcuni partner iniziano a sentir tale mancanza dopo il trascorrere dei primi mesi nella relazione e tendono a volgere l’attenzione verso altri possibili partner. In tali casi è facile comprendere che non è possibile avere tutto, per cui ci si trova a vivere una fase di empasse dove risulta essere indispensabile fare una scelta in base alle proprie esigenze e volontà. Tale scelta però spesso risulta ardua e difficile da attuare poichè sorgono dubbi su quale potrebbe essere la soluzione migliore da attuare per la nostra felicità. Per farlo però è necessario tener chiaro ed inquadrare quello che realmente vogliamo e non quello è giusto fare o volere. In sostanza dovremmo fermarci ad ascoltare i nostri bisogni e chiederci se desideriamo aver una relazione duratura (che può anche comportare perdita di passione nel tempo) oppure avere diverse relazioni basate sulla passione che durano solo brevi periodi di tempo.

Naturalmente le coppie che funzionano bene riescono a tener saldi sia la relazione nel tempo sia il desiderio. Però per realizzare questo è fondamentale dedicarsi nella costruzione e crescita del rapporto di coppia ponendo importanza a mantener la passione viva, usare l’immaginazione, non cadere nella routine, creare un clima di gioco, ecc. Ovvero mantenere la passione viva, ad esempio, richiede che entrambi i partner siano attivi nella vita di coppia senza sperare che senza far nulla ed in maniera passiva la passione possa durare per sempre senza far nulla per mantenerla viva.

Piccoli suggerimenti per rendere il rapporto di coppia solido mantenendo vivi desiderio e passione

Fondamentale è dedicarsi alla propria vita. Se io ho una vita piena e soddisfacente, ad esempio nella mia attività lavorativa e nelle mie relazioni, io mi sentirò solido abbastanza a tal punto che se incontro un possibile partner sarà maggiore la mia consapevolezza di identificare un desiderio come tale  e non confonderlo con l’amore. Solo successivamente attraverso la conoscenza dell’altra persona posso rendermi conto se quel desiderio si trasforma in amore oppure no e, quindi, scegliere che tipo di relazione voglio avere con l’altra persona.

In sostanza sono due le cose fondamentali da prendere in considerazione per rendere la propria vita più solida:

  1. La soddisfazione nel lavoro o in un’attività che ci gratifica in base alle nostre passioni (seppur non remunerata). Ciò ci permette di concentrare parte del nostro tempo a qualcosa che ci piace, ci interessa, ci gratifica e di stare in contatto con persone che probabilmente condividono con noi gli stessi interessi.
  2. La soddisfazione nelle relazioni. Quando parlo di relazioni non mi riferisco specificatamente alle relazioni di coppia, ma bensì alle relazioni d’amicizia. Sentirci vicini agli altri, sentirci amati, apprezzati, trovare negli altri un punto di riferimento ci permette di sentirci più solidi, con radici salde nel suolo della nostra esistenza. Ciò è diverso dall’investire completamente i propri sentimenti in un’unica relazione con il partner rischiando di mettere in atto meccanismi di dipendenza affettiva nei confronti dell’altra persona.

Concludendo per non confondere l’amore con il desiderio rischiando di rimanere delusi dalle relazioni in corso, è necessario ed indispensabile osservare quelli che sono i propri bisogni e le proprie necessità e costruire una vita solida individuale, dove la nostra felicità non dipende dall’altro poichè siamo già felici di per sè per poi condividere tale felicità e benessere con una persona con cui si ha piacere a trascorrere tempo per conoscerla e chissà…..anche amarla!!!!

Dott.ssa Ilaria Rizzo

2 thoughts on “Quando si confonde l’amore con il desiderio

  1. Un bel reso conto che ti serve a ricordare le cose più importanti come la soddisfazione del proprio io e di come fa bene anche alla coppia cosi come gli affetti che ti aiutano ad avere e mantenere un buon equilibrio psicofisico.GRAZIE.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...