Video – Qui e Ora

Cari lettori, oggi voglio proporvi un video sul tema del Qui e Ora. Mi piacerebbe che ognuno di voi scrivesse le sue riflessioni in merito prima di commentare io il video. Buona visione!!!

11 thoughts on “Video – Qui e Ora

  1. Mi sembra l’incubo di uno, un po’ maniaco, pignolo, abitudinario e forse superstizioso, fatalista, che tenta di modificare il proprio destino e non ci riesce.

  2. cavoli proprio in questi giorni mi son detta:”stooooopppp!” basta all’ansia dell’organizzazione e la voglia di riempire ogni momento con appuntamenti con amici per non stare da sola. quindi via libera all’essere soli e saper godersi se’ stessi. 🙂

  3. Il video voleva affrontare, credo, la tematica della volontà di molti di avere tutto sotto controllo, sviluppando una maniacalità (in questo caso per gli orologi e per il tempo, o il dover arrivare a ogni costo in tempo, e questa direi che è però una conseguenza, poiché a ciò siamo in larga parte costretti, anche contro la nostra volontà, dall’organizzazione e le imposizioni della società contemporanea, severissima al minimo sbaglio o ritardo…) perdendosi così tutto quello, in mezzo – nello scorrere del tempo e della vita – che c’è, o che avrebbe potuto esserci, e di cui non ci siamo nemmeno accorti. Nel caso del protagonista: il sogno-incubo è un *avvertimento* del suo inconscio, che gli sta dicendo che *così non va*. Dopo ciò, al risveglio, dato lo spavento, il protagonista si decide a distruggere fisicamente gli orologi (che sono anche simbolo però) e a perdere l’autobus, “per caso”: sana ribellione a ciò che non va nella sua vita.

  4. Visto il filmato volutamente senza audio.
    Il tempo è tiranno, o l’uomo creò il tiranno?
    Tutto iniziò il giorno in cui qualcuno s’accorse che una pietra tonda rotolava portando con sé chi avesse saputo cavalcarla; ma subito nacque il problema di portare, a fine corsa, la ruota in cima al monte. Iniziò allora il lavoro con l’idea di non lavorare più, così che la pietra tornasse in cima magari spinta da altre pietre. Era nato il lavoro per spingere in maniera sempre più veloce, e con esso la necessità di misurare la produzione calcolandola nel tempo. Oggi il tempo, ancora tiranno, può esser cavalcato come la pietra che spinta dalle macchine risale il monte senza lavoro umano, ma la stupidità umana, forse votata al masochismo, inventò anche il capitalismo che lo costringe a rispettare i tempi di una produzione all’indice del Produci Consumi Crepa! E il tempo è ancora tiranno!
    In maniera più semplice, o complessa, come scrisse Julian Jaynes: “La mente spazializza il tempo e temporalizza lo spazio”! (Il crollo della mente bicamerale e l’origine della coscienza).

  5. Sono d’accordo con Chiara e con Hermann Hesse che diceva:
    “L’eccessivo valore che diamo ai minuti, la fretta, che sta alla base del nostro vivere, è senza dubbio il peggior nemico del piacere”
    ❤ Manuela

  6. Hai mai visto il film sliding doors? Ecco questo cartone me lo ricorda un po’. Comunque al destino non si sfugge e, chissà perché, ne sono proprio convinta. Il cartone è carinissimo. Ciao e buona notte PS: a proposito domani niente sveglia 🙂

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...