Disturbo da Deficit di Attenzione ed Iperattività – ADHD

adhd2Il Disturbo da Deficit di Attenzione ed Iperattività (ADHD – Attention-Deficit/Hyperactivity Disorder) rappresenta un disordine dello sviluppo neuropsicologico del bambino e quindi dell’adolescente. Si qualifica dalla presenza di un comportamento persistente caratterizzato da modalità di disattenzione e/o di iperattività-impulsività tali da rendere difficoltoso il normale sviluppo e integrazione/adattamento sociale del bambino-adolescente.

Vediamo nel dettaglio cosa s’intende per disattenzione, iperattività ed impulsività.

Disattenzione:

  • Si manifesta in contesti scolastici, lavorativi e/o sociali. Si osserva una difficoltà dei soggetti nel prestare attenzione ai particolari ed una tendenza nel compiere errori di distrazione nel lavoro scolastico o in altri compiti.
  • Il lavoro è disordinato e svolto senza cura. I soggetti mostrano difficoltà a mantenere attenzione sui compiti o nelle attività di gioco e/o hanno difficoltà a portare a termine il lavoro richiesto.
  • Si evince poco ascolto dalle parole altrui. I soggetti sembrerebbero come se avessero la testa altrove.
  • E’ evidente una presenza di frequenti passaggi da un’attività ad un’altra senza completarne nessuna. I soggetti con ADHD non soddisfano le richieste e hanno difficoltà a seguire le istruzioni.
  • Si osserva una difficoltà nell’organizzarsi nello svolgimento di un compito o attività.
  • I soggetti manifestano una forte avversione per quelle attività che richiedono e necessitano di protratta attenzione, sforzo mentale, capacità organizzative e concentrazione (es. compiti a casa o lavoro a tavolino).
  • Tale evitamento si lega ad una difficoltà reale del soggetto a mantenere l’attenzione e non è dovuto ad un’attitudine oppositiva primaria.
  • Il modo di lavorare è disorganizzato ed il materiale necessario per lo svolgimento del compito viene spesso disperso oadhd danneggiato.
  • I soggetti con ADHD si distraggono ponendo l’attenzione verso stimoli spesso ignorati da altri e di poco importanza (es. clacson macchine, conversazioni di sottofondo).
  • E’ carente l’attenzione nell’organizzazione dell’attività quotidiana. Mancano appuntamenti oppure dimenticano il pranzo.
  • All’interno di contesti sociali la disattenzione si manifesta con il cambio repentino di argomentazioni durante una conversazione, nel non ascoltare gli altri, nel non seguire indicazioni e regole di giochi o attività

Tutti questi sintomi non sono causati da deficit cognitivo (ritardo mentale), ma da difficoltà oggettive nell’autocontrollo e nella capacità di pianificazione, sono persistenti in tutti i contesti e situazioni di vita del bambino causando una limitazione significativa delle attività quotidiane.

Iperattività:

  • Si manifesta nel bambino attraverso segni di agitazione. Esempi sono il dimenarsi sulla propria sedia, non restando seduti quando si dovrebbe, il correre senza freni arrampicandosi in contesti fuori luogo (in contesti non di gioco o dove il gioco non richiede di arrampicarsi).
  • Difficoltà nel giocare e nel dedicarsi tranquillamente ad attività da tempo libero.
  • Parlare troppo.
  • In età prescolare i bambini con ADHD sono sempre in movimento, saltano, si arrampicano sui mobili, corrono per la adhd3casa ed hanno difficoltà a partecipare ad attività sedentarie all’asilo (es. ascoltare una favola).
  • Giocare nervosamente con oggetti, picchiettare con le mani, agitare in maniera eccessiva gambe e piedi.
  • Negli adolescenti e negli adulti, i sintomi di iperattività assumono la forma di sensazioni di irrequietezza e di difficoltà a dedicarsi ad attività tranquille e sedentarie.

Impulsività:

  • Impazienza e difficoltà a tenere a freno le proprie reazioni, “sparando” le risposte prima che le domande siano concluse.
  • Difficoltà ad attendere il proprio turno.
  • Interrompere spesso gli altri ed intromettersi nei fatti altrui al punto da causare difficoltà nell’ambiente sociale, scolastico o lavorativo.
  • Fare commenti inappropriati, non ascoltare le direttive, iniziare conversazioni quando non è il momento, interrompere eccessivamente gli altri, essere invadenti nei confronti degli altri, toccare cose che non si dovrebbero adhd 4toccare, fare i pagliacci.
  • L’impulsività può provocare incidenti, come far cadere oggetti oppure sbattere, urtare contro gli altri, e può portare alla messa in atto di attività tendenzialmente pericolose (es. arrampicarsi in posizioni precarie, usare lo skateboard su terreni non sicuri).

I segni del disturbi possono essere ridotti quando il soggetto riceve frequenti premi per il comportamento appropriato, quando è sotto stretto controllo, quando è impegnato in attività particolarmente interessanti, in una situazione a due.

E’ più probabile che i sintomi si manifestino in una situazione di gruppo (giochi di gruppo, contesto scolastico, ambiente di lavoro).

Esistono tre tipologie (sottotipi) di Disturbo da Deficit di Attenzione ed Iperattività:

  1. Disturbo da Deficit di Attenzione/iperattività, Tipo Combinato. Si caratterizza nella compresenza di sintomi sia di disattenzione che di iperattività/impulsività presenti almeno negli ultimi 6 mesi.
  2. Disturbo da Deficit di Attenzione/iperattività, Tipo con Disattenzione Predominante. Si caratterizza dalla predominanza di sintomi legati alla disattenzione da almeno 6 mesi.
  3. Disturbo da Deficit di Attenzione/iperattività, Tipo con Iperattività-Impulsività Predominante. Si caratterizza dalla predominanza di sintomi legati all’iperattività-Impulsività da almeno 6 mesi.

Il Disturbo solitamente viene diagnosticato per la prima volta durante le scuole elementari, quando l’adattamento e l’inserimento scolastico risultano compromessi.

Bibliografia:

American Psychiatric Association (2004). DSM-IV-TR. Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali. Milano: Masson.

2 thoughts on “Disturbo da Deficit di Attenzione ed Iperattività – ADHD

  1. Pingback: Psicologo Brindisi | Dott.ssa Ilaria Rizzo

  2. Pingback: Psicologi Brindisi | Dott.ssa Ilaria Rizzo

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...