Psicologo Online – I figli come specchio dei genitori

Condivido con voi un video che ritengo essenziale per comprendere come i figli apprendono specifici comportamenti osservando i genitori. Vi chiedo di osservare il video e di leggere solo successivamente le mie riflessioni.

Come avrete avuto modo di vedere, il video mostra come tanti bambini attraverso l’osservazione dei genitori imparano ad assumere comportamenti etichettati come “malsani” e non funzionali al benessere dell’individuo.

Non nego che potrebbe essere possibile commentare questo video da diversi punti di vista ma oggi scelgo di condividere con voi le mie riflessioni in merito a come un cambiamento nei comportamenti del genitore può rappresentare la soluzione a tante problematiche infantili ed adolescenziali. Sono numerosi i casi che mi trovo a seguire dove i genitori portano in terapia i loro figli, figli che manifestano difficoltà nell’alimentazione, comportamenti aggressivi, difficoltà all’interno delle relazioni. I genitori sperano che io possa aiutare il loro bambino ma ciò che provo a comunicare, e che spesso è difficile comprendere, è che ci sono problematiche che hanno origine all’interno del contesto familiare, dove un intervento psicoterapeutico familiare o semplicemente sulla coppia genitoriale (o anche su uno dei genitori) potrebbe portare a risultati efficaci.

Provo a farvi due esempi di due miei casi clinici per facilitare la comprensione del messaggio che voglio comunicare.

Un giorno ho ricevuto in studio due genitori con il figlio di 12 anni circa che manifestava comportamenti alimentari non regolari. Sostanzialmente i genitori mi riferivano come il ragazzo, seppur sembrasse in carne, mangiava eccessivamente poco. Il ragazzo si mostrava molto arrabbiato con i genitori perchè lo avevano portato in seduta da me senza la sua volontà. Inoltre manifestava rabbia nei confronti dei genitori per i loro comportamenti eccessivi di protezione e di limitata libertà nei suoi confronti. Osservando, quindi, la poca voglia del ragazzo di stare in seduta, gli ho chiesto di aspettare in sala d’attesa per aver modo di continuare il colloquio con i genitori e in quel momento è iniziata la terapia. La coppia genitoriale per una serie di vicende aveva iniziato la propria relazione assumendosi eccessive responsabilità perpetuate nel tempo. In sostanza lui avendo già due figli si è risposato con lei che improvvisamente si è trovata ad essere mamma di due figli quasi adolescenti. Nel frattempo hanno avuto un altro figlio, ovvero il ragazzo che mi hanno portato in seduta. Ora provate per un momento a riflettere. Cosa non funziona all’interno di questo sistema familiare e cosa potrebbe portare ogni elemento della famiglia a star sereno dentro casa? La risposta è abbastanza semplice: se i due genitori si prendessero maggiormente cura della loro vita di coppia, i figli non avrebbero bisogno di mettere in atto comportamenti non funzionali (non mangiare ad esempio) per manifestare la propria rabbia nei confronti dei genitori.

Tenete a mente questa risposta mentre vi racconto un altro caso. Questo è il caso di una donna spostata che vive la sofferenza di dover accettare che il suo matrimonio sta per finire. Il suo desiderio più grande sarebbe quello di poter far rifiorire il proprio rapporto di coppia, ma i litigi aumentano ed anche i tradimenti da parte del marito. Lei ha due figli, entrambi che soffrono di ansia e depressione. La causa è da riferirsi al clima familiare che vivono quotidianamente. Si trovano tutti i giorni a vedere i propri genitori che litigano oppure un papà assente e una mamma in lacrime. Come dicevo prima lei spera e fa di tutto per recupare il rapporto e il motivo che la spinge a non chiudere definitivamente la storia è l’amore per i propri figli. Lei vive nell’illusione che l’unico modo per tranquillizzare i figli sia sacrificandosi stando vicino al marito. Ma come in questo caso è possibile stabilire un’equilibrio in lei, nei suoi figli e probabilmente anche nel marito? Ecco la risposta è pressoché simile a quella del primo caso che vi ho riportato. Se lei si prendesse cura di sè e decidesse di separarsi dal marito probabilmente potrebbe ritrovare un benessere interno che si rifletterebbe sui figli. Non nego che il momento della separazione non sia indolore per tutta la famiglia ma può rappresentare l’unico passo possibile per ripristinare un equilibrio.

Arrivo alle conclusioni e al perchè ho deciso di pubblicare questo video. Il messaggio che mi piacerebbe mandare a tanti genitori che vivono il disagio di non comprendere i comportamenti dei loro figli così come non sanno cosa fare di fronte a particolari atteggiamenti dei figli è di guardarsi dentro ed osservare in primis cosa non funziona nella loro vita per poi iniziare ad intervenire e prendersi cura di sè stessi. Il risultato sarà che oltre a star meglio loro anche i loro figli beneficeranno degli stessi effetti.

Dott.ssa Ilaria Rizzo

12 thoughts on “Psicologo Online – I figli come specchio dei genitori

  1. Sono d’accordo con i commenti sul video che ho visto già diverse volte. Ed è vero che i bambini apprendono come spugne tutti i comportamenti impliciti ed espliciti dei genitori, manifestando le loro problematiche in vari modi.
    È spiacevole pensare come ci impegniamo per insegnargli le buone maniere l’educazione senza badare a quelle piccole sfumature che possono farle soffrire fino a cambiargli completamente l’esistenza.
    Non ho un gran feeling con gli psicologi, ma mi piace molto quello che scrivi e continuerò a seguirti.
    buon anno!

  2. E’ dificile per tutti guardarsi dentro perchè gli occhi guardano fuori. Poi magari dici vedi un figlio è così, l’altro è l’opposto e gli occhi li chiudi per un po’. Grazie

  3. È bellissimo come video. Molti genitori dovrebbero fare un corso alla genitorialità. Noi come futuri genitori adottivi ne stiamo facendo e devo dire che aiutano molto a capire cosa fare e cosa no ma anche capire il linguaggio giusto da tenere con i bambini! Grazie infinite fa riflettere molto

  4. Condivido pienamente la sua opinione. Tra l’altro questi problemi se non risolti in giovane etá, creeranno problemi di relazione di coppia nel figlio che ormai é diventato grande. Continuando così una catena senza fine che va di famiglia in famiglia.

  5. Mi rendo conto che dee volte assumo dei comportamenti che ha mio padre, un modo di rispondere o di fare… E questo mi terrorizza!! Perché non voglio essere come lui!!!! Ma mi rendo conto che avendo passato molto tempo insieme è quasi invebitabile che abbia assorbito alcuni dei suoi atteggiamenti. Rimango comunque terrorizzata da ciò!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...